Cos’è questo “Caffè”? È un foglio di stampa che si pubblicherà ogni dieci giorni. Cosa conterrà questo foglio di stampa? Cose varie, cose disparatissime, cose inedite, cose fatte da diversi autori, cose tutte dirette alla pubblica utilità. Va bene: ma con quale stile saranno eglino scritti questi fogli? Con ogni stile, che non annoi. E sin a quando fate voi conto di continuare quest’opera? Insin a tanto che avranno spaccio. Se il pubblico si determina a leggerli, noi continueremo per un anno, e per più ancora, e in fine d’ogni anno dei trentasei fogli se ne farà un tomo di mole discreta: se poi il pubblico non li legge, la nostra fatica sarebbe inutile, perciò ci fermeremo anche al quarto, anche al terzo foglio di stampa. Qual fine vi ha fatto nascere un tal progetto? Il fine d’una aggradevole occupazione per noi, il fine di far quel bene, che possiamo alla nostra patria, il fine di spargere delle utili cognizioni fra i nostri cittadini, divertendoli, come già altrove fecero e Steele, e Swift, e Addison, e Pope, ed altri. Ma perché chiamate questi fogli “Il Caffè”? Ve lo dirò; ma andiamo a capo […]

Proprio come il celebre Pietro Verri fece l’1 giugno del 1764 con il primo numero de «Il Caffè», sono qui, quest’oggi, a presentarvi MindPress, il nostro nuovo portale web. MindPress, in sostanza, non è un semplice blog ma un vero e proprio network di siti che potremmo definire come edicola digitale.

Vi ho proposto l’estratto di testo sovrastante, in quanto, a mio parere, ciò che è il nostro progetto, rispecchia molto quella che era la filosofia de Il Caffè (primo periodico nonché manifesto giornalistico della cultura italiana del periodo illuministico) dei fratelli Verri (Pietro e Alessandro).

MindPress, proprio come Il Caffè, avendo come interesse primario la pubblica utilità, si rivolge ad una vasta platea di lettori e quindi si prefigge di adottare uno stile vivace e diretto. Il gradimento del pubblico è la condizione essenziale dell’impresa giornalistica, e deve essere raggiunto unendo l’utilità degli argomenti trattati alla piacevolezza della lettura. Contrariamente al periodico del periodo illuminista (scusate il gioco di parole) appena citato, che veniva pubblicato ogni dieci giorni, il nostro progetto, non è un periodico, per l’appunto. La frequenza di pubblicazione, perciò, in ogni sezione, sarà variabile, ma, al contempo, la nostra attività sarà costante.

Come potrete notare con una semplice navigazione tra le pagine del sito, il nostro network presenta un’ampia varietà di tematiche (Mondo, Tech, Scienza, Cultura, Sport, Gossip, Motori, Cinema, Tv, Games, Tendenze, Donna, Musica, Animali) in ognuna delle quali, un team di circa cinquanta persone, lavora ogni giorno per riuscire a garantire un’informazione chiara e diretta all’utente. Vantiamo un team di autori la cui età varia dai 18 ai 50 anni. Pensiamo che la combinazione di menti fresche, giovani, di studenti appassionati e volenterosi, all’esperienza dei nostri membri più autorevoli, possa portare ad una crescita non solo per il lettore, ma per i membri stessi del team.

Come già annunciato nei nostri canali social ufficiali, per noi MindPress è sinonimo di informazione e qualità, quindi, il nostro scopo principale è quello di informare, bene, l’utente medio su ciò che

succede nel mondo ai giorni nostri. Presteremo perciò la massima accuratezza e meticolosità nella stesura di ogni singolo articolo.

Perciò, uno dei nostri motti è Non esiste censura, non esistono limiti.

Nella speranza che il nostro operato sia di vostro gradimento, vi auguriamo una buona permanenza e navigazione.