Ieri sera, è stata la seconda serata del Festival di Sanremo 2017 e nell’arena della musica italiana, l’Ariston di Sanremo, è entrato un vero leone, il suo nome Totti.

Si il grande Francesco Totti, nato a Roma 27 settembre del 1976, idolo dei tifosi romanisti e di tutti i tifosi amanti del bel calcio e della serietà. Francesco, o come lo chiamano a roma “er pupone”, ha dato vita ad una performance da vero uomo dello spettacolo, miscelando autoironia e sicurezza, ha presentato uno dei big in maniera impeccabile.

Ha poi giocato con gli altri due leoni del palco con sicurezza e semplicità rimanendo alla loro altezza.

Una presenza vera, sincera e molto apprezzata dal pubblico con picchi di ascolto.

Che dire, bravo Francesco che con il tuo modo di fare ed il tuo stile umano, incarni l’italiano medio e la grandezza che alberga in ognuno, un uomo fedele ai suoi valori e degno di rispetto.

Quando smetterai di giocare avrai un posto speciale nel firmamento dei calciatori più grandi del mondo ma soprattutto tra quelli che hanno saputo esserlo anche fuori dal campo.

Bravo.